Guide turistiche in Abruzzo

nelle province di L'Aquila, Pescara, Teramo e Chieti

Guide turistiche in Abruzzo nelle province di L'Aquila, Pescara, Teramo e Chieti.


Elenco guide turistiche in Abruzzo


Attività di guida turistica in Abruzzo

Il TITOLO II della L.R. 14 luglio 1987, n. 39 in Abruzzo, disciplina le attività professionali. In particolare l' art. 33 definisce le guide turistiche in Abruzzo:


Esercizio dell'attività di guida turistica

L' art. 37 della succitata legge, regolamenta l' esercizio dell' attività di guida turistica:


Esami di abilitazione per guida turistica e per accompagnatore turistico

L' art. 38 della succitata legge, disciplina gli esami di abilitazione per guida turistica e per accompagnatore turistico.


Attestati di abilitazione per guida turistica

Gli attestati di abilitazione per guide turistiche è regolamentato dall' art. 43 della succitata legge:

  • 1. Il Dipartimento competente in materia di turismo rilascia, attraverso il Servizio preposto, un attestato di abilitazione allo svolgimento della professione a chi abbia superato le prove.
  • 2. L'abilitazione alla professione di guida turistica è valida su tutto il territorio nazionale ai sensi dell'articolo 3 della legge 6 agosto 2013, n. 97 (Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2013).

  • Elenchi regionali delle guide turistiche

    L' elenco regionale delle guide turistiche è regolamentato dall' art. 44 della succitata legge:

  • 1. Sono istituiti presso il Servizio preposto del Dipartimento regionale competente in materia, che provvede alla tenuta e all'aggiornamento, gli elenchi delle guide turistiche e degli accompagnatori turistici.
  • 2. Gli accompagnatori turistici e le guide turistiche operanti ai sensi della presente legge sono iscritti, su richiesta, agli elenchi di cui al comma 1.
  • 3. Gli elenchi di cui al comma 1 hanno valore ricognitivo e informativo e sono pubblicati sul sito internet istituzionale della Regione.
  • 4. L'iscrizione negli elenchi ha validità quinquennale; gli accompagnatori turistici e le guide turistiche rinnovano la richiesta di iscrizione nei rispettivi elenchi entro trenta giorni antecedenti alla data di scadenza del quinquennio.
  • 5. Decorso il quinquennio, il Servizio preposto in materia cancella dagli elenchi i nominativi di coloro che non rinnovano la richiesta di cui al comma 4.

  • Tessera di riconoscimento delle guide turistiche

    La tessera di riconoscimento delle guide turistiche e regolamentata dall' art. 45 della succitata legge.

    A seguito dell’iscrizione negli elenchi di cui al precedente art. 44 il Settore turismo della Giunta regionale rilascia agli interessati una tessera personale di riconoscimento da tenere ([21]) in vista nell’espletamento dell’attività professionale.

    La tessera di cui al comma precedente, munita di fotografia dell’intestatario, deve contenere i dati anagrafici dello stesso [e le indicazioni della licenza comunale].


    Tariffe delle guide turistiche

    Le tariffe delle guide turistiche sono regolamentate dell' art. 46 della succitata legge.

    [Le tariffe da applicare per le prestazioni delle guide turistiche, degli interpreti e degli accompagnatori turistici sono fissate annualmente, dalla Giunta regionale, sentiti gli enti periferici per il turismo e le organizzazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello regionale.

    Per le iniziative turistiche a carattere sociale, ed in particolare per quelle a favore del turismo giovanile e studentesco, devono essere fissate tariffe preferenziali.

    Sono fatte salve le disposizioni legislative nazionali ed internazionali, aventi efficacia interna, nonché gli accordi contrattuali regolanti i rapporti giuridici tra le parti in ordine alle prestazioni suddette.]


    Divieti delle guide turistiche

    I divieti delle guide turistiche sono regolamentati dall' art. 47 della succitata legge.

    Le guide turistiche, gli interpreti turistici e gli accompagnatori turistici, nell’esercizio delle loro funzioni non possono esercitare attività estranee alla loro professione [e, in particolare, attività di carattere commerciale].

    [Il divieto comprende, inoltre, l’esercizio di ogni attività in concorrenza con le agenzie di viaggio e l’accaparramento diretto o indiretto di clienti per conto di alberghi, agenzie di viaggio, pubblici esercizi e simili.].

    È fatto divieto ai titolari delle agenzie di viaggio, degli esercizi alberghieri ed extralberghieri e dei pubblici esercizi in genere, di avvalersi o proporre, per i servizi di guida turistica, di interprete turistico e di accompagnatore turistico, soggetti non abilitati e che non abbiano presentato la SCIA.

    [È fatto, altresì, divieto ai soggetti di cui al primo comma di applicare tariffe differenti da quelle determinate ai sensi del precedente art. 46.]


    Per approfondire la disciplina dell’esercizio delle attività professionali delle agenzie di viaggio e turismo e delle professioni di guida turistica, di interprete turistico e di accompagnatore turistico, guarda la Legge Regionale Abruzzo del 14 luglio 1987, n. 39 ... qui.

    Vuoi promuovere la tua attività di guida turistica in Abruzzo nelle province di L'Aquila, Pescara, Teramo e Chieti? Guarda il nostro portale di guide turistiche in Abruzzo ... qui e le condizioni per promuovere i tuoi servizi di guida turistica ... qui.


    Abbiamo attivato anche i seguenti domini, inerenti le guide turistiche nelle province abruzzesi: